Il colloquio di lavoro...Ma che domande mi faranno?

April 20, 2018

Una delle cose che, comprensibilmente, preoccupa di più i candidati che si recano a un colloquio di assunzione, sono le domande che le possono mettere in difficoltà.

 

Ecco alcuni dei casi che fanno più "vittime".

E, soprattutto, come gestirli al meglio :-)

 

1) "Ci parli di un suo punto debole"

La cosa migliore è sempre essere sinceri. Se ti chiedo un tuo difetto o un tuo punto debole, evita la classica risposta "Sono troppo preciso...o sono troppo buono..."

Non ci casca più nessuno, e serve solo ad indispettire il tuo interlocutore. 

Nello stesso tempo, evita di darti la zappa sui piedi. Ovvero, parla di una tua carenza o mancanza di esperienza che già si può evincere dal tuo curriculum.

Evita di aggiungerne altre. E, inoltre, dimostra di come stai lavorando per porvi rimedio.

Ad esempio, "Non ho ancora un'ottima conoscenza dell'inglese ma sto frequentando un corso per migliorarmi".

 

2) "Quali errori ha commesso?"

Tutti commettiamo degli errori. Se te li chiedono, ammettili tranquillamente, evitando ovviamente di citare casi particolarmente gravi, se ci sono.

Ma soprattutto dimostra cosa hai imparato e di come concretamente quegli episodi ti hanno reso oggi una persona più affidabile, più preziosa e più competente.

Sii specifico: parla di azioni e comportamenti concreti che hai imparato e che stai mettendo in atto con profitto.

 

E ricorda che, come ha detto Roberto Baggio, "i rigori li sbaglia solo chi si prende la responsabilità di tirarli".

 

Please reload

Featured Posts

I 5 DELITTI PIÙ EFFERATI DEGLI ULTIMI ANNI. ALLA RICERCA DELLA VERITÀ

1/2
Please reload

Recent Posts
Please reload

Search By Tags