La scrittura delle vittime di stalking

September 25, 2018

Il termine "stalking" si riferisce all’insieme di “comportamenti reiterati” tramite i quali una persona affligge un’altra con intrusioni, comunicazioni ripetute e indesiderate a tal punto da provocarle ansia e paura. 

 

Le donne sono le “vittime privilegiate”.

Di fronte a questa realtà l’autore di “Stalking - la Gabbia", Antonio Russo afferma: “sembra riaffacciarsi una mentalità antiquata e obsoleta che rievoca il passato, quando la donna era considerata “un oggetto” o una proprietà al pari del bestiame o di un terreno, e allora come adesso, il motto di alcuni uomini, “mia o di nessuno” ritorna prepotente a rendere la vita della donna "pericolosa".

Ogni giorno notizie di cronaca raccontano storie di violenza familiare immerse in dinamiche perverse di amore.

Frequentemente la scintilla che accende la violenza è un'ossessione di controllo e di dominio, un sentimento patologico di rabbia, gelosia e vendetta rivolto alla persona desiderata, amata, odiata.

 

Lo stalking è una forma subdola di violenza che si scatena abitualmente nella fase iniziale o finale di una storia d'amore, quando il carnefice perde il controllo per un rifiuto o un abbandono: lo stalker, ancorato ad una identità di coppia che in realtà non esiste, agisce nel disperato tentativo di mantenere l'equilibrio della simbiosi precedente e, in un’escalation di violenza, passa dal far recapitare regali, alla ricerca del contatto telefonico ed epistolare in forma anonima, alle minacce, agli insulti, fino alla violenza fisica. I comportamenti persecutori sono reiterati, intrusivi ed atti a mantenere un potere sulla vittima, che ne ricava un profondo disagio psichico temendo per la propria sicurezza e per quella delle persone a lei care.

 

Fenomeno sempre esistito, in Italia viene configurato come reato solo negli ultimi anni, in risposta al notevole aumento del numero di donne vittime di violenza.  

 

Circa l'80% delle vittime di stalking è di sesso femminile; recenti statistiche riportano che il 4% della popolazione italiana maschile è o è stata vittima di stalking.

 

Durante la serata capiremo quali sono i risvolti psicologici e criminologici sia dal lato degli autori sia delle vittime, analizzando anche alcune delle loro scritture. Sofferenza emotiva, instabilità di umore, profili psicopatologici, segni di narcisismo sono alcuni dei tratti che si ritrovano negli autori.

E le vittime?

C’è un profilo vittimologico che le contraddistingue? 

Analizzeremo anche alcuni esempi di lettere anonime che lo stalker invia alla sua vittima…

 

Please reload

Featured Posts

I 5 DELITTI PIÙ EFFERATI DEGLI ULTIMI ANNI. ALLA RICERCA DELLA VERITÀ

1/2
Please reload

Recent Posts
Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle

Associazione Culturale Afrodite - C.so di Porta Nuova 38, Milano 

c.f. 97588870150 

milanocorsi@hotmail.it - 3453371506