3 consigli per le foto food!

February 4, 2019

Negli ultimi anni stiamo assistendo a un boom di foto di cibo, probabilmente per la coincidenza di tre fenomeni:

- l'esplosione della fotografia "istantanea" rappresentata dall'avvento del digitale; 

- il boom dei social network, in particolare quelli visuali come Instagram;

- la grande attenzione rivolta al cibo e alla sua presentazione, frutto di reality come Masterchef e Hell's kitchen.

 

Davanti a questa miriade di immagini, molti vogliono condividere i propri scatti a tema food, ma quali accorgimenti dobbiamo prendere per rendere al meglio il cibo nelle nostre foto?

 

Innanzitutto, una premessa: come spesso accade in fotografia, non sarà necessariamente la macchina fotografica a fare la differenza, anzi. Potrete ottenere foto interessanti anche con uno smartphone; certo, non avrete la stessa versatilità che avreste con una reflex, ma la qualità degli smartphone di ultima generazione è molto alta, sufficiente per darvi risultati adatti allo scopo.

 

Da dove partire allora? 

1) Inquadratura. Un aspetto fondamentale per far risaltare le vostre foto del cibo è l'inquadratura scelta. La scelta classica, standard per così dire, è quella dello scatto a 45° dall'alto. Una soluzione che funziona per la maggior parte dei piatti, un utile indicazione è quella di includere anche una parte di sfondo per contestualizzare maggiormente la scena.

Un'altra opzione è quella dello scatto ad altezza cibo: può funzionare bene, ad esempio, per mettere in risalto la dimensione di un hamburger, ma non è una scelta molto comune e va usata con cautela. 

Infine, una soluzione ultimamente sfruttata dalle riviste di settore e di grande eleganza è quello dello scatto dall'alto. Questa scelta è funzionale nel caso in cui vogliamo mostrare gli ingredienti che compongono il piatto, oppure con elementi molto geometrici, come può essere una presentazione del sushi.

 

2) Luce. Fotografia, in greco, significa scrivere con la luce, quindi è chiaro che la luce abbia sempre un impatto fondamentale nelle foto. Per il cibo, l'opzione migliore è quella di una luce diffusa, senza eccessi di contrasto che rischierebbero di non mostrare nella maniera corretta alcune parti del piatto. 

Dove la troviamo la luce diffusa?

Il posto più comodo lo avete in casa, vicino a una finestra con una tenda bianca, che diffonda la luce in arrivo dalla finestra e la renda morbida, senza creare ombre eccessivamente scure e marcate.

 

3. Lasciatevi ispirare. Ultimo, ma primo tra i consigli utili, è quello di avere sempre voglia di imparare, e oggi internet mette a disposizione una marea di materiale da cui trarre ispirazione.

Cercate account di Instagram che si concentrino sul cibo e la sua presentazione, studiate i maestri dello still life che hanno deciso di dedicarsi anche alla food photography, frequentate mostre e, naturalmente, non perdetevi il workshop di martedì 19 febbraio ad Afrodite!

 

Please reload

Featured Posts

I 5 DELITTI PIÙ EFFERATI DEGLI ULTIMI ANNI. ALLA RICERCA DELLA VERITÀ

1/2
Please reload

Recent Posts
Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle

Associazione Culturale Afrodite - C.so di Porta Nuova 38, Milano 

c.f. 97588870150 

milanocorsi@hotmail.it - 3453371506