Liberarsi dalla manipolazione affettiva e ritrovare se stessi

May 28, 2019

Il tema della dipendenza affettiva è attuale sia per motivi psicopatologici sia per motivi culturali, perché la dipendenza è una condizione mentale tipica del nostro tempo, che rappresenta un’importante fonte di sicurezza sostitutiva rispetto alle certezze dei valori in crisi e poi perché l’instabilità o la precarietà delle relazioni tradizionali tende a selezionare stili di attaccamento ambivalenti o conflittuali, e a favorire la formazione di legami affettivi incostanti e deboli. 


Manipolare è una tentazione molto diffusa; chi manipola induce l’altro a compiere azioni che poi andranno a suo esclusivo vantaggio. Il manipolatore perverso usa la tattica della manipolazione in modo sistematico, fino a distruggere psicologicamente chi gli sta vicino.
 

Come riconoscere un manipolatore? 
Leggi queste trenta caratteristica, se la persona a cui sta pensando ne presenta almeno 14, siamo in una situazione di manipolazione affettiva:

  • Colpevolizza gli altri, ricattandoli in nome del legame familiare, dell’amicizia, dell’amore, della coscienza professionale, ecc. 


  • Fa credere agli altri che bisogna essere perfetti, che non si deve mai cambiare opinione, che occorre sapere tutto e rispondere immediatamente alle richieste e alle domande 


  • Utilizza i principi morali degli altri per soddisfare le proprie necessità (cortesia, umanità, solidarietà, antirazzismo, gentilezza, generosità...) 


  • Mette in dubbio le qualità, la competenza, la personalità degli altri: critica, svaluta e giudica 


  • Può essere geloso, anche se è un genitore o un parente 


  • Utilizza lusinghe per adularci, fa regali o diventa improvvisamente pieno di premure verso di noi 


  • Fa la parte della vittima per essere compatito (esaspera i suoi malesseri e il suo carico di lavoro) 


  • Rifugge dalle sue responsabilità riversandole sugli altri 


  • Non comunica chiaramente le sue richieste, i suoi bisogni, i suoi sentimenti 
e le sue opinioni 


  • Risponde molto spesso in modo vago 


  • Cambia argomento con disinvoltura nel corso di una conversazione 


  • Evita i colloqui e le riunioni 


  • Fa arrivare i suoi messaggi attraverso intermediari (telefona invece di parlare di persona o lascia appunti scritti) 


  • Invoca ragioni logiche per mascherare le sue richieste 


  • Predica il falso per sapere il vero, deforma e interpreta 


  • Non sopporta le critiche e nega l’evidenza 


  • Fa minacce velate o ricatta apertamente 


  • Semina zizzania, crea sospetti e conflitti per avere la situazione sotto controllo e per provocare la rottura della coppia 


  • Cambia idea, comportamenti, opinioni a seconda delle persone e delle situazioni 


  • Mente 


  • Punta sull’ignoranza degli altri e li convince della sua superiorità 


  • E’ egocentrico 


  • I suoi discorsi sembrano logici e coerenti, mentre i suoi modi, le sue azioni e il suo stile di vita non lo sono affatto 


  • Si riduce sempre all’ultimo momento per chiedere, comandare o far fare qualcosa agli altri 


  • Non tiene conto dei diritti, dei bisogni e dei desideri altrui 


  • Ignora le richieste (nonostante dica di occuparsene) 


  • Produce uno stato di malessere o un sentimento di non libertà 


  • Ci fa fare cose che probabilmente non avremmo fatto spontaneamente 

  • E’ efficiente nel perseguire i propri fini ma a spese altrui 

  • E’ costantemente oggetto di discussione tra le persone che lo conoscono, anche quando lui non è presente 

Please reload

Featured Posts

I 5 DELITTI PIÙ EFFERATI DEGLI ULTIMI ANNI. ALLA RICERCA DELLA VERITÀ

1/2
Please reload

Recent Posts
Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Google+ - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle

Associazione Culturale Afrodite - C.so di Porta Nuova 38, Milano 

c.f. 97588870150 

milanocorsi@hotmail.it - 3453371506